Scuola d'Arti e Mestieri F.Ricchino

CORSO DI RESTAURO LIGNEO

E STORIA DELL’ ARTE DEL MOBILE

OBBIETTIVO:

Assicurare allo studente una adeguata padronanza di metodi e contenuti teorici e pratici oltre alle conoscenze professionali necessarie.

FINALITA’ :

Formare figure competenti nel settore del restauro ligneo e della storia del mobile oltre che dare una specializzazione su alcune tecniche di esecuzione.

AREE DI COMPETENZA:

Restauro conservativo dei mobili di qualsiasi epoca costruttiva nel rispetto della storia dell’oggetto e della sua consistenza.

 

RESTAURO LIGNEO 1° anno:

Lavoro di intarsio iniziale per permettere l’inizio di riconoscimento delle varie essenze dei legni ,e applicare le tecniche di incollaggio e di finitura ovvero di levigatura e di lucidatura che verranno poi successivamente applicate ai mobili.

Lezioni teoriche relative alla conoscenza dell’anatomia del legno,del suo comportamento e delle diverse specie .

Lezioni teoriche sul riconoscimento dell’utensileria da usare e dei materiali utilizzati nei consolidamenti e nelle finiture.

Tecniche d’uso della colla a caldo (derivazione animale), delle resine naturali e fossili e cera naturale ad encausto per i prodotti di lucidatura.

Tecniche di mordenzatura (colorazione) e stuccatura con terre naturali e gessi.

 

STORIA DEL MOBILE 1° anno:

Introduzione alla materia e criteri di valutazione da utilizzare.

Esposizione dei vari periodi storici con l’ausilio di diapositive.

Il periodo Gotico italiano (tardo ‘300) tecniche di intaglio e pastiglia e arrivo della prospettiva.

Primo Rinascimento italiano (1400) ,la tarsia rinascimentale a applicazione delle regole della prospettiva.

Presentazione di alcuni testi-guida per il corso.

Il Rinascimento classico e la Maniera in Italia (1500) l’evoluzione della regola di proporzione delle figure.

Il cinquecento in Piemonte ,Veneto,Emilia,Romagna,Roma e in Francia.

Il seicento in Francia ,lo stile Luigi XIII.

Il Barocco in Italia,Roma,Toscana,Lombardia,Veneto,Piemonte e Liguria.

Il Barocco in Emilia e in Romagna.

 

RESTAURO LIGNEO 2° anno:

Conoscenza e uso degli utensili esclusivamente manuali quali scalpelli,sgorbie,mazzette,pialle, segacci, rasiere, morsetti, carta vetrata e pagliette.

Applicazione di nozioni e tecniche sui diversi mobili per tipologia,epoca,area di provenienza e stato di conservazione per raggiungere un autonoma capacità di programmazione dell’intervento di restauro e di gestione delle varie casistiche.

Affinamento delle tecniche iniziate al primo anno e inizio di approccio di restauro su mobili più importanti per provenienza ed epoca e maggiormente rovinati.

STORIA DEL MOBILE 2° anno:

 

Il primo settecento in Francia,lo stile Luigi XIV l’ebanista del re C.Boulle.

Lo stile Reggenza in Francia.

IL settecento a Genova e in Piemonte: Piffetti e Prinotto alla corte Sabauda.

Il ‘700 nel Lombardo-Veneto ,il Fantoni.

Il ‘700 nel Veneto , il Brustolon.

Il ‘700 in Toscana, in Emilia, in Romagna, Roma ,Regno di Napoli e in Sicilia.

Il Neoclassicismo in Francia gli stili ; Luigi XVI ,Direttorio,Consolato,Impero.

 

RESTAURO LIGNEO 3° anno:

Applicazione delle varie tecniche imparate su mobili di prestigio spesso per restauri commissionati da enti morali ,chiese,scuole, enti religiosi ecc.

Completamento delle varie tecniche di consolidamento, stuccatura, mordenzatura e finitura dei pezzi con lucidatura.

Alla fine il corso fornisce la capacità di acquisizione da parte dell’allievo del metodo di manutenzione e conservazione del mobile, teso al rispetto della storia dell’oggetto e della sua consistenza; pertanto il restauro funzionale si esegue recuperando e consolidando gli elementi esistenti,applicando materiali e tecniche esecutive il più possibile compatibili con il supporto e reversibili nel tempo.

 

STORIA DEL MOBILE 3° anno:

Il Neoclassico italiano:Piemonte (Bonzanigo), Lombardia (Maggiolini) ,Veneto.

Il Neoclassico in Lombardo-Veneto,a Genova, in Toscana in Emilia Romagna, Roma,Napoli, Sicilia.

La Restaurazione in Francia (1816-1840) gli stili Carlo X e Luigi XVIII.

L’800 Francese , il Luigi Filippo ed il 2° impero.

IL primo ‘800 , Austria il Biedermaier,

L’800 in Italia gli stili Cappuccino,Eclettico,Umbertino.

Il primo ‘900 con lo stile Liberty.

I paesi minori nei vari secoli: Inghilterra,Paesi bassi e Spagna.

Tutti gli stili vengono adeguatamente contestualizzati nella realtà storica, geografica, politica e culturale relativa.

L’analisi dei pezzi riguarda sia gli elementi decorativi tipici sia le tecniche costruttive.

 

Durata 3 anni: (150 ore\anno)

Restauro: mercoledì dalle ore 20.00, il sabato dalle ore 14.00 e i lunedì alternati dalle ore 20.00.

Storia del mobile: solo il sabato

Minimo ore di frequenza del 70%,attestati di frequenza per i primi 2 anni e diploma di fine corso al 3°anno.

 

Iscrizione:

Nel mese di Maggio, il Sabato pomeriggio ed il Giovedì sera, si effettuano le preiscrizioni obbligatorie che assicurano il posto al corso, iscrizioni definitive si effettuano nei ultimi due sabato pomeriggio e domenica mattina di Settembre. (max 10 iscritti al primo)

Età minima di iscrizione 16 anni (con il consenso controfirmato dai genitori)

 

Al primo anno, qualora sprovvisti, è necessario acquistare alcuni attrezzi personali di lavoro.

E’ necessaria l’attestazione del vaccino antitetanico.

La visita medica di base è a carico della scuola ed è valida 3 anni.

In caso di necessità di visite specialistiche decise dal medico competente (spirometria e/o audiometria) dovranno essere pagate dall’alunno in caso non ne disponesse.

COSTA GIANPIETRO

(Responsabile Eventi)

Assistenti:

Pagnoni Andrea, Bara Mauro

EBRANATI LUISA

Associazione Francesco Ricchino Scuola d' Arti e Mestieri

Via Ettore Spalenza, 27 Rovato (BS)

Tel. (Fax) 030 7702101 (Dal 15 sett. al 15 giu. il sabato dalle 14.00 alle 17.00)